Vigili «badanti» di quattro arrestati

Agenti della polizia municipale costretti a una notte in bianco per «vegliare» su 4 arrestati, perché nella sede dei vigili del I gruppo mancano le celle di sicurezza: l’episodio è stato denunciato dall’Organizzazione sindacale delle polizie locali (Ospol), che annuncia lo stato di agitazione. Ieri sera (lunedì) infatti, gli agenti del gruppo Centro Storico, sono dovuti intervenire, «sebbene a mani nude - sottolinea l’Ospol - senza mezzi di difesa o di autotutela», prima dell’arrivo di altre Forze dell’ordine per sedare una maxirissa scatenatasi tra extracomunitari nella centrale piazza di San Marco, riuscendo a trarne in arresto quattro tra i più facinorosi che sono poi stati condannati per direttissima il giorno seguente con la convalida degli arresti e condanne pecuniarie. I vigili urbani sono stati chiamati, però, «ad un servizio ancor più gravoso e non previsto - continua il sindacato - per “accudire” gli arrestati durante la notte», perché, appunto, la sede del I gruppo Centro storico non ha le “celle di sicurezza”, né è stato possibile reperirne in altre strutture di polizia: così, agli agenti è stato comandato di vegliare i malviventi a vista, per tutta la notte, curando che non si facessero male e che fossero rifocillati ed accompagnati al bagno per i propri bisogni. «L’Ospol - si legge in una nota - stigmatizza l’atteggiamento dell’Amministrazione comunale sulla sicurezza dell’agente municipale e indice lo stato di agitazione per il personale del I gruppo».