Vigili pacieri nei condomini e multe alle bocce fuori orario

«Dopo più di 43 anni Genova avrà finalmente un nuovo regolamento della Polizia Municipale». È stato questo l'annuncio lanciato ieri mattina dall'assessore comunale alla Sicurezza, Francesco Scidone. Il regolamento, composto da 63 articoli, è già stato approvato dalla giunta e attende solo la prossima approvazione da parte del consiglio comunale per poter diventare attivo a partire da gennaio. «La necessità di cambiare il regolamento è nata da una semplice considerazione: dal 1967 ad oggi la città è mutata radicalmente quindi serviva un nuovo documento moderno e adatto alle problematiche di oggi - ha spiegato Scidone - Abbiamo lavorato più di un anno a questo progetto e possiamo dire con soddisfazione di aver ottenuto un buon prodotto, in cui si è voluto dare spazio a fenomeni come l'immigrazione, la prostituzione, la tossicodipendenza ed il disagio che nel '67».
A questo punto risulta curioso andare a vedere quali problematiche tratti l'attuale regolamento. «Art. 75: il giuoco delle bocce, se effettuato nelle immediate vicinanze delle abitazioni, non può essere protratto oltre le ore 23», «Art. 45: le incudini devono essere collocate nell'interno delle officine, a distanza non inferiore a un metro dalla porta d'ingresso» e ancora «Art. 48: i veicoli aperti, adibiti al trasporto di sifoni con acqua di seltz od altri liquidi gassosi, devono essere muniti di copertura idonea». Insomma, di articoli oggi obsoleti ce ne sono fin troppi. All'interno del nuovo regolamento, invece, tra i 63 articoli presenti, i più attuali riguardano la prostituzione (Art. 16 per la nuova normativa in vigore da un mese circa e art. 17 per i bassi del centro storico), il decoro della città (art. 9 e 28) e la movida (art. 31). Due, poi, le novità assolute come ha tenuto a sottolineare il comandante della Polizia Municipale, Roberto Mangiardi: «Per la prima volta la Municipale avrà la possibilità di mediare i conflitti tra le persone (contenziosi che vanno dalla lite condominiale ai maltrattamenti fino alle molestie non imputabili di reato, ndr) convocando le parti davanti ad un pubblico ufficiale che scriverà un verbale pacificatorio, il cui mancato rispetto porterà alla conseguente sanzione - ha spiegato - La seconda novità, invece riguarda il mutuo soccorso e prevede la possibilità di poter richiedere aiuto ad appositi addetti formati dalla Polizia Municipale, in casi difficili come per i senzatetto o per anziani rimasti soli». Sempre nell'ottica del rinnovamento, ieri pomeriggio sono state presente ventuno nuove autovetture (Fiat Punto) messe a disposizione dal Comune per la Polizia Municipale.