Vigili, tutela medica per i nuovi assunti

«L’Ospol non esclude una mobilitazione dei 451 nuovi agenti in una manifestazione al Campidoglio, se entro sessanta giorni non si avranno delle assicurazioni da parte del Comune sul tema della medicina preventiva per i vigili neo assunti a tempo determinato». È quanto ha detto il segretario romano dell’Ospol, Stefano Lulli, a margine della cerimonia di assunzione di 451 nuovi vigili urbani di Roma, per il 2008.
«Non avendo avuto assicurazioni da parte dell’amministrazione sulle visite mediche di questi nuovi assunti a tempo determinato, che in quanto tali non godono delle stesse tutele dei lavoratori a tempo indeterminato, come sindacato - ha aggiunto - staremo molti attenti affinché siano inseriti in un programma di visite mediche che vanno a rilevare polveri sottili ed inquinanti atmosferici, che possano metter a rischio la salute dei vigili nell’espletamento delle loro funzioni di smaltimento del traffico».