Da villa di campagna a centro congressi

(...) ieri mattina sono stati inaugurati i primi due lotti di quello che è diventato un moderno centro di formazione e convegni, di 500 metri quadrati di superficie distribuiti su due piani.
«Abbiamo il centro congressi che servirà a tutta la comunità scientifica - spiega Gaetano Cosenza, direttore generale dell’Ospedale San Martino di Genova - ma una connotazione che noi vorremmo dare al San Martino è quella di “Ospedale di insegnamentO“, cioè creare delle tecnologie operatorie che permettano a medici che sono in altre regioni d'Italia di venire qui a impararle».
Il taglio del nastro è stato fatto dal presidente del Consiglio regionale, Giacomo Ronzitti. Presenti, oltre al direttore sanitario del nosocomio, l'assessore regionale alla Sanità Claudio Montaldo e il Presidente della Regione Claudio Burlando. «Una struttura di prestigio per questo ospedale che si dota così di un centro congressuale - ha commentato quest'ultimo - Una potenzialità dal punto di vista scientifico ma con possibili ricadute positive dal punto di vista del turismo in città».
Sopra il salone principale, da oltre 90 posti, è stata costruita una cabina di regia attrezzata per videoconferenze, proiezioni e traduzioni simultanee. È stata realizzata anche un'aula minore collegata a quella principale grazie ad un impianto video che permetterà inoltre di seguire gli interventi anche via Internet in qualsiasi analoga sala conferenze del mondo. Il terzo lotto dei lavori, in cui verrà realizzata la nuova sede dell'archivio dell'ospedale, è tutt'ora in fase di progettazione esecutiva. Il rifacimento degli esterni della struttura, risalente al 1200, ha recuperato la superficie pietrosa originaria e documentata nelle riproduzioni fotografiche antecedenti il restauro del 1938. Al secondo piano del nuovo Centro Convegni è stata anche allestita una mostra fotografica che ripercorre le fasi dei lavori di ristrutturazione di una struttura che sarà anche aperta e messa a disposizione della città. «È l'inizio di un percorso di apertura alla cittadinanza - ha spiegato Cosenza - che vedrà al più presto anche un intervento sul parco interno al San Martino».
«Questa inaugurazione è di buon auspicio per il rapporto tra l'Ospedale S.Martino, la città di Genova e la Liguria. Con questa ristrutturazione del Castello Simon Boccanegra si evoca la nostra storia ricca di tradizioni, cultura e sapere, su cui oggi occorre costruire nuove frontiere nel campo della ricerca scientifica e della didattica, per garantire i diritti fondamentali, tra cui quello alla salute è certamente primario. Il mio auspicio è che, grazie anche a questo ulteriore tassello verso lo sviluppo in campo medico, Università, Ospedale S.Martino e Ist diventino sempre più punti di eccellenza e di riferimento nella sanità in Liguria».