Villa Certosa, foto sequestrate

Ancora guai per il fotografo Antonello Zappadu, «specializzato» in scatti rubati a Villa Certosa. Ieri i carabinieri si sono presentati nella redazione de l’Espresso per eseguire un «sequestro preventivo» delle foto scattate dal paparazzo sardo e pubblicate nel servizio di copertina del settimanale lo scorso 17 giugno. Le immagini mostrano Silvio Berlusconi che intrattiene due ragazze in un padiglione della sua tenuta di Porto Rotondo: ritratti domenica 12 giugno. L’ordine, spiega ancora l’Espresso, è stato emesso dall’autorità giudiziaria di Tempio Pausania dopo la denuncia presentata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. «Sorprende - commenta il settimanale - l’adozione della formula giuridica del sequestro preventivo nei confronti di fotografie già pubblicate. Un’iniziativa legale che rappresenta comunque una forma di intimidazione nei confronti di nuove pubblicazioni».