Villa Certosa, Zappadu: "Ho scattato 5mila foto"

Il reporter sardo rivela che non sono soltanto 700 gli scatti nel giardino della villa di Berlusconi in Sardegna: "Le fotografie sono 5mila, politicamente imbarazzanti. Tra non molto saranno pubblicate da giornali stranieri"

Cagliari - Tra Villa Certosa e l’aeroporto di Olbia, dal 2006 al 2009 Antonello Zappadu, il fotografo sardo denunciato da Silvio Berlusconi per violazione di domicilio e della privacy, ha scattato 5mila foto. "Nulla di pruriginoso - dice intervistato da La Repubblica - piuttosto direi immagini politicamente imbarazzanti". Come quella, racconta, della primavera 2008 di Berlusconi ripreso nei giardini della villa in un finto matrimonio con una ragazza. "Ci sono il bouquet di fiori e un gruppo di altre ragazze intorno a loro - dice Zappadu - che applaudono divertite". Poi ci sono le foto degli spostamenti di Berlusconi da e per il continente con voli di Stato e Fininvest. E Zappadu aggiunge: "Nuove foto usciranno presto e non in Italia". Tra le 700 foto sequestrate finora dalla magistratura ci sono sei voli documentati, e sono solo due quelli con aerei di Stato. Poi ci sono le foto degli elicotteri della flotta Alba servizi. "Da cui si vedono scendere - dice ancora Zappadu - almeno una decina di ragazze".

Le foto su Oggi Il gip di Tempo Pausania si è riservato di decidere sull’accusa di violazione di domicilio, per il fotoreporter Zappadu dal premier Berlusconi. L’accusa si riferisce ad una serie di foto del premier, a Villa Certosa, in compagnia di alcune giovani, scattate nel 2007 e pubblicate dal settimanale Oggi. Il difensore del fotoreporter, Giommaria Uggias, neo eletto eurodeputato dell'Idv, si è associato alla richiesta di archiviazione già avanzata dal pm . Il legale del premier ha sollecitato invece il rinvio a giudizio del fotoreporter.