A Villa d’Este tappeto rosso per le più belle auto del mondo

da Milano

Gli amanti delle auto storiche si stanno preparando al tradizionale Concorso d’eleganza Villa d’Este che si svolgerà a Cernobbio, sul lago di Como, dal 25 al 27 aprile. È un appuntamento cresciuto di importanza in questi ultimi anni fino a imporsi a livello mondiale. Un’occasione unica per ammirare le più belle automobili prodotte nel secolo scorso e alcuni prototipi attuali che influenzeranno le auto del futuro. I collezionisti vengono da tutti i continenti per partecipare al Concorso istituito nel 1929. Presentano le proprie auto, sovente esemplari unici, e si deliziano nello scoprire i dettagli di modelli costruiti da artigiani a cui non mancavano certo passione, abilità tecniche e soprattutto genialità. «Questa manifestazione - ha commentato Karl Baumer, presidente del Concorso d’eleganza Villa d’Este e direttore della divisione Mobile Tradition del Bmw Group, da tempo patrocinatore del raduno - dimostra la nostra considerazione per la tradizione delle auto esteticamente pregevoli, a prescindere da marche e modelli». Anche Jean-Marc Droulers, presidente di Villa d’Este, ha così espresso il suo compiacimento per la partnership iniziata nel ’99 con il Bmw Group: «Il Concorso d’eleganza è una manifestazione straordinaria. Tutti possiamo esserne fieri». La collaborazione italo-bavarese è ormai una lunga tradizione in casa Bmw. Quest’anno si celebra il trentesimo anniversario della Bmw M1 e la casa di Monaco dedica l’edizione 2008 del Concorso a questa auto sportiva disegnata da Giorgetto Giugiaro. Assieme al modello di serie, sarà possibile ammirare diverse versioni da gara. Gli antichi giardini di Villa d’Este (alcuni platani hanno più di 500 anni) sono il palcoscenico ideale per i numerosi modelli Rolls-Royce e la presentazione della nuova Phantom Coupé che, dopo il debutto mondiale al Salone di Ginevra, arriva direttamente sulle rive del lago di Como. A Villa d’Este si potranno ammirare oltre 50 vetture classiche in rappresentanza di 60 anni di storia dell’automobilismo, tutte selezionate apposta per il Concorso d’eleganza. Quasi tutti i modelli hanno lunghe storie alle spalle: la Mercedes-Benz 540 K Autobahnkurier, nasconde dietro le proprie linee filanti la passione di Ignacio Barraquer che la comprò nel 1938 e rimase di proprietà della famiglia fino al 2004. La Ferrari 166 MM Touring Berlinetta del 1949 fu acquistata dal conte Giannino Marzotto direttamente da Enzo Ferrari. Touring la carrozzò con una scocca coupé aerodinamica con struttura «Touring Superleggera». L’auto, presentata al Salone di Ginevra del 1950, fu poi potenziata dal conte Marzotto con un motore Ferrari a 12 cilindri per partecipare e vincere la Mille Miglia di quell’anno.
A Cernobbio, i giardini di Villa d’Este e poi il parco di Villa Erba, dove ha vissuto Luchino Visconti, il prossimo fine settimana ospiteranno, giunte da tutti i Paesi, le più belle automobili del passato e le più appariscenti concept car.