Villa Dufour apre le porte ai visitatori e racconta il passato della villeggiatura

È una splendida dimora, tuttora appartenente agli originari proprietari. Una dimora che coniuga armoniosamente la propria architettura eclettica, con arredi e decorazioni d’epoca, il tutto circondato dal suo ampio parco con palmeto. Si tratta di Villa Dufour, che si trova a Recco lungo l’Aurelia in via Cristoforo Colombo 8. È uno dei «regali» che la Settimana della cultura» edizione 2009 fa ai liguri e non solo. La villa, infatti, in via del tutto eccezionale, in questa occasione apre i suoi battenti al pubblico che, nella giornata di sabato prossimo 18 aprile, con orario 14-19, avrà modo di visitare gli interni e il suo giardino.
L’inizitiva si deve alla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Liguria in collaborazione con Regione Liguria e Comune di Recco. Per raggiungere Villa Dufour è stato organizzato un servizio navetta in partenza da Recco, presso l’area taxi di via IV Novembre.
Il giorno prima la stessa villa sarà teatro di un convegno dal titolo «Villa Dufour, Villeggiatura in Riviera fra Ottocento e Novecento», cui prenderà parte il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando. Dopo l’introduzione di Dede Frisoni Fantoni prenderanno la parola il sindaco di Recco Gian Luca Buccilli e il soprintendente per i beni artistici e storici della Liguria Gabriele Borghini.
Aprirà i lavori Fardida Simonetti direttrice della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola cui faranno seguito gli interventi di Silvia Barisione (Wolfsoniana Fondazione regionale per la cultura e lo spettacolo di Genova) su «Ville in Riviera dall’eclettismo al razionalismo», di Caterina Olcese Spingardi (Soprintendenza per i beni artistici e storici della Liguria) su «Mondanità e turismo nei grand hotel dela Riviera di Levante», di Maria Flora Giubilei (Galleria d’arte moderna di Nervi) su «Storie di ville e di parchi tra arte e natura a Nervi: passato e futuro» e di Rosanna Pavoni (museologa) su «Villa Dufour a Recco».