Villa Panza, ultimo concerto sotto le stelle

Nella splendida cornice della dimora varesina, chiude il calendario di quest'anno il concerto classico di David Kadouch

Proseguono gli appuntamenti estivi in musica con "Concerti sotto le stelle, proposti dal FAI - Fondo Ambiente Italiano nella splendida cornice del cortile d'onore della settecentesca Villa Panza a Varese. A chiudere il calendario di quest'anno il concerto di David Kadouch questa sera martedì 26 luglio alle ore 21.15.
Giovani stelle del firmamento musicale brilleranno nelle notti estive, in una rassegna di qualità e respiro europeo, affidata alla bravura di giovani artisti vincitori di importanti concorsi internazionali e in particolare del Borletti-Buitoni Trust.
Per tre serate il cortile d'onore di Villa Panza si trasformerà in uno scenario dall'acustica perfetta dove poter ascoltare grande musica ammirando l'elegante architettura della Villa.
La direzione artistica è affidata al maestro Fabio Sartorelli, con il supporto del prestigioso Borletti Buitoni Trust che, istituito nel 2002, si distingue nel panorama musicale per la grande forza con cui aiuta i giovani artisti, sostenendo e sviluppando il fiorire di carriere internazionali, con il patrocinio e il sostegno della Provincia di Varese, in collaborazione con il Comune di Varese, con il contributo di Tigros e grazie a Prelios.
L'ultimo dei concerti - in programma martedì 26 luglio - sarà affidato ad una star del panorama musicale internazionale, il giovanissimo pianista francese David Kadouch vero e proprio genio della tastiera, eletto dalla critica francese artista rivelazione dell'anno.
A soli 13 anni ha suonato sotto la direzione del grande violinista Itzhak Perlman alla Metropolitan Hall di New York e a 14 nella Sala Grande del Conservatorio ?ajkovskij di Mosca. Oggi, David Kadouch, è pupillo e allievo del grande Daniel Barenboim che nel novembre del 2009 lo ha chiamato a sostituire Lang Lang a Ramallah, in Palestina. In linea con il repertorio di quest'anno, ricco di numerosi riferimenti che evocano il dialogo tra musica e teatro, David Kadouch interpreterà una trascrizione di Liszt del "Coro delle filatrici" dall'Olandese Volante di Wagner, oltre ai scintillanti Quadri di una esposizione di Mussorgkij, omaggio quanto mai pertinente con la natura espositiva di Villa Panza.
Anche in questa occasione il FAI conferma il suo impegno nel voler promuovere la cultura a tutti livelli grazie alla diffusione di musica di altissima qualità eseguita da giovani interpreti del panorama internazionale. Come è nella filosofia del FAI, infatti, l'Arte e la Cultura uniti all'amore per le cose belle sono importanti e imprescindibili momenti di unione.
Il ricavato delle serate verrà utilizzato per sostenere il FAI nella sua missione di tutela dell'arte, della natura e del paesaggio italiani e nella sua attività di sensibilizzazione dei cittadini, affinché sempre più persone condividano questo importante impegno iscrivendosi alla Fondazione.