Villa Piccolomini ha la sua cucina

A Villa Piccolomini, la scorsa primavera, si è svolto un corso di cucina gratuito, rivolto alle donne «di recente immigrazione». Un dettaglio interessante: per organizzare le lezione culinarie serve una cucina. E allora perché per giustificare il costo esorbitante della «famosa» cena dello scorso 30 ottobre - quasi 1.300 euro per 4 commensali, secondo la determinazione dirigenziale - la ditta di catering ha spiegato di aver dovuto assemblare in loco una propria cucina mobile? Sul tema, domani, torna anche la Tv delle Libertà. Che mostrerà in un servizio girato ieri la splendida cucina professionale «stabile», installata all’interno di Villa Piccolomini ormai da mesi.