Villa Scheibler: fontane, alberi e fiori Inaugurato il parco a Quarto Oggiaro

Luca Moriconi

Quarto Oggiaro riparte da 15mila ettari di verde. Sono quelli del nuovo parco di villa Scheibler, inaugurato ieri mattina dal vicesindaco Riccardo De Corato. Lo «stakanovista» del verde (non a caso su di lui ricade la delega di assessore ai parchi e ai giardini) non è voluto mancare nemmeno questa volta per rimarcare «l’attenzione dimostrata dall’amministrazione comunale per i luoghi che fanno parte del patrimonio storico, culturale e ambientale di Milano e per le periferie».
E ha annunciato una nuova area verde, sempre nel quartiere, che nascerà nell’ex area industriale della zona entro il 2005: oltre 100mila metri quadri abbelliti da tre piazze, due campetti sportivi e due campi gioco, per un investimento di 2 milioni e 560mila euro sborsati dal Comune, più una parte realizzata dai privati a scomputo di oneri di urbanizzazione.
Simbolo del nuovo parco sono quattro vasche sormontate da altrettante fontane, intorno aiuole e fiori: a ripensare al parco com’era prima sembra di essere finiti in un’altra città. Qui sorgeva un vivaio comunale, abbandonato 20 anni fa, qui passava il torrente Pudiga oggi completamente coperto, del quale resta solo il tracciato ridisegnato da uno dei vialetti interni al giardino. Il resto è tutto nuovo: dalle panchine, agli alberi (ne sono stati piantati ben 150 in più), agli arbusti (più di 1400) e le panchine (sono ben 150). Per stabilire la relazione tra il parco e le due ville storiche che vi si affacciano (oltre alla Scheibler c’è anche villa Caimi), è stato ricreato anche l’antico giardino ottocentesco riproponendone il perimetro con siepi e arbusti. Il progetto di villa Scheibler rientra nel programma d’iniziativa comunitaria Urban II Milano 2002-2006, un piano strategico che corre su tre assi d’azione e 47 milioni di euro per realizzarlo. Le finalità sono la riabilitazione della periferia nord-ovest di Milano, nei quartieri di Quarto Oggiaro, Vialba, Bovisa, Bovisasca, Villapizzone, Certosa e Musocco.
Intanto oggi e domani nel nuovo parco della villa saranno di scena due feste, per coinvolgere la cittadinanza e mostrare il cambiamento. Quarto Oggiaro non è più un quartiere dormitorio.