Villaggio, Tedeschi, Lillo e Greg Costanzo lancia il suo tris d’assi

Il giornalista presenta i cartelloni di Brancaccio, Morgana e Parioli

da Roma

«Provate voi a mettere su un cartellone dignitoso di questi tempi. Fanno tutti la fiction, soprattutto quelli bravi. Sono due anni che rincorro Massimo Ghini, alla fine mi toccherà opzionarlo come si fa con i calciatori. Solo che magari me lo danno tra tre anni. E i ricambi? Chi mi sostituisce Villaggio, la Valeri, Scaccia?». L’irrefrenabile voglia di teatro di Maurizio Costanzo nel giorno della presentazione del cartellone congiunto dei teatri Brancaccio, Morgana e Parioli (nuovo marchio Brampa) lo trasforma, dice lui, in un «terrorista». «Il teatro fa male a chi non lo fa e a chi non lo vede», proclama mentre in platea l’amico di sempre Paolo Villaggio gli giura eterno amore: «Maurizio ho cominciato con te e con te voglio chiudere la carriera, promettimelo solennemente!». Costanzo lo rassicura e confessa di aver perso metà di quanto guadagnato con la televisione per la passione per il teatro. Soldi buttati per una nobile causa. Perciò: «Caro ministro Biondi studi un progetto triennale per l’educazione del pubblico e dei produttori, è una battaglia per la civiltà, perché così non si può più continuare».
Ma veniamo al dunque, partendo dal Parioli, regno ventennale di Costanzo. Una stagione sempre sotto il segno della tv che prende il via il 2 ottobre con il Supersketch di Lillo e Greg. Fiore all’occhiello è la trasposizione teatrale dell’ultimo libro di Paolo Villaggio Storia della libertà di pensiero dal 24 febbraio al 15 marzo. Una scommessa vinta in partenza. C’è poi il monumento Gianrico Tedeschi con La Rigenerazione di Italo Svevo dal 28 ottobre al 16 novembre. In quanto a risate si va sul sicuro con Enzo Salvi, Antonio Giuliani, Pablo e Pedro.
Il Brancaccio, seconda stagione di Costanzo, parte invece il 17 settembre con una Serata Zelig fuori abbonamento condotta da Teresa Mannino e Federico Basso. Segue Valeria Valeri e i ragazzi di «Amici» con il musical Portami tante Rose dal 14 ottobre al 16 novembre. Biagio Izzo sarà Re di new York dal 18 al 30 novembre. Spazio natalizio da prevedibile tutto esaurito (4 dicembre-11 gennaio) infine per la versione italiana di High School Musical. Platinette («La Cage aux folles») e Manuela Villa e Andrea Roncato (Un amore grande grande) completano il cartellone.
Ci sarebbe anche il teatro Morgana, un piccolo spazio ricavato all’interno del Brancaccio. E qui Costanzo più che presentare una stagione ancora in fieri annuncia progetti: una lettrice di carte da tenere nel foyer e un talk-show condotto da Paolo Villaggio. Sarà, ma un grande amore - la tv - non si scorda mai.