Le Ville Palladiane A Vicenza un percorso di poetica eleganza

Dal Teatro Olimpico alla Basilica, dove si riuniva il governo, fino alle meravigliose ville: qui tutto parla del celebre architetto

Michela De Faveri

Un anfiteatro di verdi colline costellato di maestose ville circonda Vicenza. E' una delle città gioiello che il nostro bel Paese custodisce nello scrigno dei suoi tesori. Archi, sottoportici dipinti, antichi teatri, torri, e imponenti palazzi di palladiana presenza riempiono gli occhi di bellezza ed eleganza.

Una visita a Vicenza equivale a percorrere la storia dell'architettura, passando dal romanico al gotico, dal rinascimento al barocco fino al neoclassico. In questa città (e nella sua provincia) si trova la più alta concentrazione di edifici progettati da Andrea di Pietro della Gondola, alias Andrea Palladio che nacque a Padova nel 1508 ma qui espresse al meglio la sua irraggiungibile arte. Nel XVI secolo Vicenza non aveva un ruolo politico autonomo, dal 1404 si era posta sotto la protezione di Venezia e ne era tributaria. Questo ruolo di sudditanza stava stretto ai potenti locali tanto da compensarlo con la realizzazione di magnifici palazzi. Il progetto, ispirato al mondo antico, mirava a creare una nuova Roma in contrapposizione all'incombente Venezia. A realizzarlo fu chiamato Andrea Palladio, l'uomo che avrebbe per sempre cambiato i canoni dell'architettura.

Vicenza, da allora, è un meraviglioso museo a cielo aperto. La concentrazione di edifici palladiani è straordinaria, sono infatti 23 tra palazzi privati e pubblici visitabili, sparsi tra le vie del centro. Un unico biglietto (del costo di euro 18 a persona www.booking@comune.vicenza.it) apre le porte di alcuni tra i più importanti edifici tra cui i palladiani Palazzo Chiericati e il Teatro Olimpico. Il Teatro è uno straordinario edificio costruito seguendo il testo di Vitruvio, un vero teatro romano, famoso per la sua magnifica scenografia e per essere il primo teatro coperto al mondo.

Nella centrale Piazza dei Signori, si erge la magnifica Basilica Palladiana (www.basilicapalladiana.vi.it), di fronte a un altro capolavoro, la Loggia del Capitaniato (info per Vicenza e monumenti www.vicenzae.org.). Palladio fu l'architetto preferito dalla nobiltà vicentina e veneziana, che gli commissionò molte ville di campagna. Ne costruì 24, di cui 16 a Vicenza e provincia, che con la città sono state dichiarate dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.

A pochi chilometri dal centro si trovano alcune delle sue più significative Ville, come Villa Godi Malinverni a Lugo Vicentino (www.villagodi.com), la prima villa progettata dal Palladio, splendida residenza collinare che fu set del celebre film «Senso» di Visconti, e Villa Caldogno, nell'omonima cittadina, che vanta una ricchissima decorazione pittorica.

La più celebre fra le Ville palladiane, Villa Almerico Capra della «La Rotonda» (www.villalarotonda.it) è a Vicenza, villa-tempio si staglia tra il Bacchiglione e i Colli Berici.

A Bagnolo di Lonigo, si trova Villa Pisani (oggi Pisani Bonetti), è la seconda villa che Palladio costruì commissionatagli nel 1541 dal veneziano Giovanni Pisani. Dimora di campagna, presenta una magnifica barchessa trasformata recentemente in un Hotel di Charme. Luogo ideale dove soggiornare per scoprire Vicenza e i suoi tesori, la Barchessa di Villa Pisani, diretta con maestria e savoir-faire da Felix Gherardini, direttore di grande esperienza e specializzato in aperture di alberghi e dimore Country Luxury , ospita 15 affascinanti stanze tutte diverse, ispirate all'architettura circostante (prezzi a partire da 240 euro).

A disposizione degli ospiti ci sono: parco, piscina, trattamenti di bellezza direttamente in camera e una prima colazione ricca di genuinità ed eleganza.

Aperta anche agli esterni, è l'Osteria del Guà, dove lo Chef Vincenzo Di Grande esperienza internazionale in ristoranti tre stelle Michelin -, con un team di giovani valenti collaboratori, unisce gli ingredienti locali ai sapori della cucina italiana, creando armoniche interpretazioni che deliziano i palati. Prezzi a partire da 60 euro bevande escluse (Osteria Del Guà tel. 0444.831207).

In loco, da non perdere, il tour esperienziale a Villa Pisani accompagnati da Rita Francesca Grandi, architetto e membro del network Guiding Architects (rfg@movenice.com).

Per maggiori informazioni e prenotazioni: www.labarchessadivillapisani.it.