Il Viminale: D’Antona già risarcita

Il Viminale replica alle accuse espresse dalla vedova del giuslavorista Massimo D’Antona in merito al mancato risarcimento come previsto dalla legge 206. «Con riferimento alle dichiarazioni dell'onorevole Olga D'Antona, si comunica - recita una nota del Viminale - che è già stato firmato dal capo del dipartimento competente, il mandato di pagamento del saldo spettante agli eredi D'Antona a norma della legge n. 206 che prevede, come noto, speciali elargizioni per le vittime del terrorismo. Si precisa, inoltre, che sin dallo scorso mese di gennaio la famiglia D'Antona era stata informata che il pagamento del saldo sarebbe avvenuto subito dopo il perfezionamento delle formalità contabili legate all'avvio dell'esercizio finanziario 2006. Non risulta invece - conclude il ministero - che la dottoressa Cutaia abbia mai rivolto all'onorevole D'Antona le espressioni che le sono state attribuite».