Il Viminale «protagonista» anche al cinema

Roma e il cinema: un legame speciale, fin dai tempi del muto. Il pensiero corre inevitabilmente a Audrey Hepburn e Gregory Peck in «Vacanze romane», o a nomi di registi come Fellini e Germi, per arrivare agli autori più recenti che hanno scelto di ambientare parte delle loro pellicole nella capitale, ad esempio Anthony Minghella con «Il talento di Mr Ripley».
Approfondire il ruolo mai secondario che vie e piazze romane hanno avuto lungo tutta la storia del cinema è uno degli intenti della mostra multimediale «I luoghi del cinema nella capitale: Viminale e dintorni» che domani e dopodomani sarà possibile visitare nel Palazzo del Viminale, per l’occasione aperto al pubblico. La rassegna, patrocinata appunto dal Ministero dell’Interno, è dedicata in particolare a una zona della città e al modo in cui essa è stata resa famosa anche dai registi: lo storico rione Monti e l’area che circonda il Viminale. Sarà possibile visionare una selezione di pellicole «girate in esterni» nel quartiere e ammirare materiale iconografico dell’epoca, locandine e foto insieme a numerosi testi ricchi di informazioni filmografiche.
Titoli celebri come «I soliti ignoti» e «Un borghese piccolo piccolo» e volti-simbolo quali Totò, Peppino e Aldo Fabrizi accompagneranno il visitatore lungo un percorso che è di memoria cinematografica, storica e architettonica allo stesso tempo. «Un omaggio alla bellezza e al fascino della città eterna - ha detto il ministro Giuseppe Pisanu - Ed anche una maniera di ricordarne la generosità, l’aver dato tanto all’industria del cinema con la magnifica arte dei suoi attori, vere maschere di una romanità senza tempo, beniamini non solo del pubblico ma del Paese intero».
Durante la mostra, resterà aperta al pubblico (e si potrà visitare accompagnati da una guida) il complesso monumentale di San Lorenzo in Panisperna, di proprietà del Fondo Edifici di Culto del Ministero, un gioiello rinascimentale che ospita affreschi di Pasquale Cati da Iesi e Antonio Bicchierai oltre a una collezione di antichi reliquiari.
«I luoghi del cinema nella capitale: Viminale e dintorni» sarà aperta domani e domenica, con orario continuato dalle ore 9.30 alle 19.30, all’interno del chiostro rinascimentale del Compendio del Viminale, con ingresso da via Panisperna.