Vince il Catania Neppure un rigore salva la Lazio

La Lazio sbaglia un rigore e dopo due successi esterni consecutivi (in casa di Lecce e Napoli), si ferma a Catania dove non vince da 33 anni. Al 24' da un tiro cross sbagliato dalla sinistra di Pablo Ledesma, nasceva la rete con Paolucci che, con la difesa laziale completamente sbilanciata e in controtempo depositava in rete da pochi passi. Per annotare la prima palla gol della Lazio bisognava attendere il 44'; percussione sulla destra di Lichtsteiner, cross per Foggia che di testa sfiorava il palo alla sinistra di Bizzarri. Lazio in affanno, Ledesma ci provava su punizione ma ancora una volta Bizzarri sventava la minaccia. Rossi inseriva Mauri e al 15' ha l'opportunità di pareggiare su rigore, per fallo di Silvestre su Pandev; lo stesso Pandev a conferma della sua pessima serata, trovava ancora una volta uno strepitoso Bizzarri. Rossi le provava tutte gettando nella mischia Zarate al posto dell'impalpabile Pandev, il Catania si difendeva con affanno, ma la squadra di Rossi, anche se manteneva una marcata superiorità territoriale, produceva solo una quantità infinita di cross. Insomma, la Lazio, sparava a salve, il Catania resisteva e, pur soffrendo sino alla fine il veemente finale dei romani, riusciva a conservare la vittoria.