Vince la Nazionale «Dr House» record Crollo del Circo

Vittoria scontata della partita nella gara degli ascolti. Il Circo ormai spazzato via. Ma, soprattutto, significativo risultato del telefilm Dr House che tiene testa all’Isola dei famosi e si dimostra ancora una volta un fenomeno di questa stagione televisiva. Questo in sintesi il quadro dell’interessante serata di mercoledì dal punto di vista degli ascolti. Dunque, vediamo: per la nazionale di calcio che ha battuto la Georgia gli spettatori sono stati su Raiuno 10 milioni e mezzo (share del 38,35%). Il reality di Canale 5, ormai tenuto in vita con le flebo (chiuderà in anticipo) si è fermato a 2.652.000 spettatori con appena il 12,4% di share. Dr House su Italia Uno nel primo episodio ha totalizzato 4.026.000 spettatori (share 13,9%), nel secondo (a partita finita) è balzato a 4.910.000 con il 18,8%, molto di più della media di rete del secondo canale Mediaset. Stesso discorso vale per L’Isola dei famosi che in totale ha realizzato il 28% di share e che resta il punto di forza della seconda rete Rai (ha avuto picchi di 7 milioni di spettatori). Però va notato che il telefilm di Italia Uno non solo ha retto l’onda d’urto del reality storicamente campione d’ascolti, ma nel periodo di sovrapposizione (cioè nelle ore in cui sono andati in onda in contemporanea, dalle 21,10 alle 22,50) la differenza di share tra Raidue e Italia Uno si è assottigliata (19,2% contro 17,06%). Poi l’Isola, che si allunga fino all’una meno venti di notte, ha recuperato tanti punti di share in seconda serata. Da notare il trucchetto di Raidue: l’anteprima dell’Isola è stata fatta durare ben 35 minuti, cosicché il reality vero e proprio (e dunque il conteggio che ha portato al risultato del 28% di share) è stato fatto partire alle 21,50, proprio quando è finita la partita su Raiuno. Ingegnoso no? È questo un giochetto che ormai fanno in tanti (ma il gradimento del pubblico non cambia), per aggirare la paura da Auditel: per esempio ora Fattore C, il quiz di Bonolis (che dura poco più di un’ora) viene diviso in ben tre parti: bella forza, la terza è quella che va meglio.