Vince Sgarbi, il «Cristo morto» lascia Brera

Il ministro dei Beni Culturali, Francesco Rutelli, ha comunicato ufficialmente di aver dato «un parere favorevole, dopo un sopralluogo tecnico accurato, alla presenza anche del Cristo morto di Andrea Mantegna conservato a Brera alla mostra mantovana sull'artista rinascimentale». Rutelli ha posto in questo modo un punto conclusivo alla polemica nata nei giorni scorsi e sollevata dal presidente del comitato organizzatore della mostra, Vittorio Sgarbi, in seguito al rifiuto opposto dai vertici del museo milanese al trasferimento dell'opera per un presunto stato di eccessiva delicatezza del dipinto. Sgarbi ringrazia il ministro Rutelli, ma non aveva dubbi che il quadro sarebbe stato prestato visto il suo buon stato di salute. «È una questione sanitaria - ha spiegato - se uno è malato è ovvio che non può andare in ufficio, ma se sta bene può essere trasferito». Con questa metafora Sgarbi ha commentato il via libera ufficiale. Il «San Sebastiano» di Mantegna, conservato a Venezia, non sarà invece esposto poiché in una fase di restauro molto delicata.