La Vincenzi si assuma le colpe sul traffico

Carissimo dottor Lussana, in un Tg regionale la Sindaco Marta Vincenzi ha affermato che non è colpa del Comune ma di terzi se si è bloccato il traffico cittadino.
La Sindaco, il suo superconsulente architetto Piano e l’assessore al traffico si rendono conto che per attraversare Genova su strade ordinarie esistono solamente quattro corsie di marcia (la strada Sopraelevata, Circonvallazione a Monte e via Gramsci?)
Se almeno la direttrice «Questura-Principe» non fosse stata «venduta» per un 1/3 ai francesi dell’Amt (corsia riservata e di fatto spesso ingombra di veicoli in sosta) e per 1/3 dedicata all’inversione di marcia si potrebbero almeno avere due corsie. I poveri automobilisti inquinano, ma inquinano di più le auto in coda forzata come ormai è norma quotidiana in via Gramsci. A fronte del costo di ammortamento del veicolo, della tassa di possesso, dell’addizionale regionale sulla tassa di possesso, della revisione obbligatoria biennale, del bollino blu, del costo del carburante, questo è il ringraziamento anche per chi li ha votati. Colgo l’occasione per porgere tanti auguri a Lei, alla redazione ai nostri «cari» amministratori ed anche a coloro (è Natale, siamo buoni) che votano da più di trent’anni Giunte di serie C.