Vincere in Borsa? Basta imitare i gol di Maradona

Messico 1986, quarti di finale della coppa del mondo. La sfida tra Argentina e Inghilterra finisce 2 a 1. Maradona, con 11 perfetti tocchi di piede sinistro, segna quello che viene ancora (e giustamente) considerato il più bel goal della storia del calcio. Diego non era bravo col destro e il suo primo allenatore gli disse di farsene una ragione perché il suo sinistro era «una meravigliosa magia». E lui ha fatto così: ha puntato sul proprio talento. Alessandro Chelo, scrittore e esperto di leadership, traccia nel suo ultimo libro sulla gestione manageriale, Il manager mancino, un collegamento tra quella storica partita e il successo finanziario di Wesley, ai tempi ragazzo e ora manager. Nel libro, a metà tra romanzo e saggio, Wesley prende spunto da quel gol per guidare e portare al successo l’azienda di famiglia puntando con fiducia sulla capacità dei collaboratori.