Vincolo sui graffiti per salvare il centro sociale

«Se entri, sei fuori». Il diktat del sindaco nei confronti di Vittorio Sgarbi il 14 ottobre 2006, giornata del contemporaneo dopo lo scandalo Leoncavallo. L’assessore incantato dai graffiti sui muri del centro sociale, nemico pubblico numero uno del Comune, aveva aperto un caso politico nei confronti del centro sociale che voleva legalizzare, con l’éscamotage del vincolo. Il sindaco richiama all’ordine il critico, di cui più di un assessore aveva chiesto la testa.