Vinicius, magica chitarra che racconta il Brasile

È un disco di chitarra, dedicato al Novecento sudamericano. Fa compagnia: in auto, in casa, in sottofondo o per immaginare. Però nasconde qualcosa di intenso, fa sentire che all'origine ci sono delle storie. Una è quella della musica brasiliana, dalle radici lontane degli indios e di quella europea portata dai gesuiti, avanti per contaminazioni sempre vissute come pensieri personali da esprimere a tu per tu. Un'altra è quella dell'interprete, che da quando fu ipnotizzato dalla visione d'una chitarra a otto anni e la madre dovette regalargliene una, ha fatto del suo strumento una specie di culto; e si muove incuriosito e garbato nella musica dai confini indefinibili, fascinosamente.

Marcus Vinicius - Viola, violar. (Bottega Discantica)