Vino abusivo del Buridda in nome di Carlo

Saranno in piazza per cinque giorni, con una «locanda di strada» per offrire vino e «prodotti della terra». Durante le giornate dedicate dal mondo no global a Carlo Giuliani, gli esponenti del Laboratorio Buridda rilanciano l’ennesimo «abuso», questa volta attraverso la somministrazione di cibi e bevande senza autorizzazioni. Sono gli stessi «ragazzi» del Buridda a comunicare, alla fine di un messaggio duro e stravolgente la realtà dei fatti del G8, la loro partecipazione alle cinque giornate (dal 19 al 23 luglio) in memoria del giovane manifestante morto durante gli scontri di piazza mentre dava l’assalto a una jeep dei carabinieri in piazza Alimonda.