Il vino? Poco fa bene, molto no

«Vino e salute dell’uomo». È questo il titolo del convegno svoltosi venerdì scorso in Vaticano e organizzato dall’Accademia italiana della vite e del vino, la più importante istituzione italiana in campo vitivinicolo. Due i dati più significativi emersi nel corso dei lavori: «Il primo - spiega Antonio Calò, presidente dell’Accademia - è che vino e alcol sono profondamente differenti tra loro e che determinati aspetti benefici sono riconducibili al vino come prodotto complesso e non all’alcol in se stesso». Secondo dato, l’importanza della moderazione: «L’effetto di un alimento - spiega Calò - varia in misura decisiva a seconda della quantità».