Violenta rissa tra bosniaci: nomade chiama i carabinieri

Una violenta rissa tra cittadini bosniaci, che si sono affrontati con mazze di legno e spranghe di ferro, si è scatenata la notte tra mercoledì e ieri nel campo nomadi di via Pontina. Una donna che vive nell’insediamento ha avuto il coraggio di andare alla vicina caserma dei carabinieri Tor de’ Cenci, per chiedere aiuto. Sono così intervenuti i carabinieri che hanno bloccato e arrestato nove bosniaci, di età compresa tra i 20 e i 60 anni, tutti già con precedenti penali, per il reato di rissa e porto abusivo di armi. All’origine dello scontro la contesa per l’occupazione di posti e per il controllo dello spaccio. I carabinieri hanno sequestrato mazze di legno, spranghe metalliche e un tondino in ferro.