Violentava le inquiline Settantenne in manette

Affittava posti letto nel suo appartamento di via Trebbia, a donne peruviane e poi le costringeva ad avere rapporti sessuali con lui. Per questo un uomo di 70 anni, di cui non sono state però fornite le generalità complete, è stato arrestato l’altro giorno. Le manette sono scattate su disposizione del pubblico ministero Maria Paola Ortolan. Il magistrato lo ha accusato infatti di violenza sessuale, estorsione e violazione della legge sull'immigrazione. Le indagini sono partite in seguito ad alcune segnalazioni arrivate alle forze dell’ordine che avrebbero accertato, attraverso appostamenti e pedinamenti, come il settantenne avesse creato una sorta di «giro» di donne sudamericane alle quali concedeva degli spazi all’interno della sua cantina. E per questa squallida ospitalità si faceva anche pagare intorno ai 250 euro al mese. Non contento costringeva le sue «inquiline» a subire rapporti sessuali. Le indagini avrebbero accertato almeno due vittime, ma ulteriori accertamenti potrebbero fare salire il numero delle povere donne sfruttate.