Violenza in campo Ultrà se la cava con mini- multa

Mentre nel Paese si chiede un inasprimento di pene per coloro i quali creano disordini negli stadi, un giudice di Licata ha condannato un tifoso che, si era reso protagonista degli incidenti tra il Licata e l'Akragas, (Eccellenza), a 270 euro di multa. E perdipiù potrà coontinuare ad andare allo stadio. È questa la pena comminata ad E. M, 21 anni. Il giovane era accusato di avere invaso lo stadio Liotta durante la partita del 19 febbraio del 2005. E. M. assieme ad altri venti giovani, avevano superato la recinzione della curva sud per cercare il contatto con la tifoseria avversaria. Erano seguiti momenti di forte tensione e paura tra gli spettatori. Molti fuggirono non appena capirono le reali intenzioni degli ultras licatesi. Il contatto tra le due tifoserie fu evitato dal pronto intervento delle forze dell'ordine.