Violenza sessuale: condannato un vigile

Un vigile urbano accusato di violenza sessuale per aver palpeggiato un quindicenne nel parco degli Acquedotti è stato condannato a due anni di reclusione. L’uomo avrebbe avvicinato il ragazzo che faceva jogging, con il pretesto di asciugargli il sudore e lo avrebbe toccato ripetutamente. Ad assistere ai fatti, domenica scorsa, c’era il padre del giovane. L’imputato è stato inoltre interdetto per sempre dalle strutture pubbliche o private frequentate prevalentemente da minorenni.