Violenze sessuali su 200 bambini rom: sei condanne, fino a 15 anni di carcere

Adescavano le piccole vittime, per lo più rom del campo di Tor Fiscale, con regali o con pranzi da Mc Donald’s. Poi dopo aver guadagnato la loro fiducia, ne abusavano, anche sessualmente. Con sei condanne si è concluso il processo nei confronti degli imputati coinvolti nell’operazione «Fiori nel fango», un’inchiesta che ha sgominato una banda che costringeva minorenni rom a prostituirsi. La IV sezione del Tribunale penale collegiale ha accolto le richieste della Procura, condannando con pene massime di 15 anni di reclusione anche due donne. La rete di pedofili avrebbe abusato di almeno 200 bambini tra gli 8 e i 14 anni.