Vipiteno, memorie d'infanzia in un paesaggio da fiaba

Elena BarassiSi staglia all'orizzonte, alta ed austera, immobile osservatrice dei tanti viandanti che, fin dai secoli più remoti, traversavano Vipiteno lungo l'antica strada romana del Brennero. Simbolo di quello che è considerato uno dei borghi più belli d'Italia, la Torre delle Dodici divide oggi la città vecchia medioevale da quella nuova. Pittoresche viuzze acciottolate, eleganti palazzi borghesi su cui si allungano ricercati bovindi e raffinate botteghe artigianali danno alla città un suo charme molto alpino. E lassù, ad un passo dal cielo, Monte Cavallo, 17 km di piste soleggiate e per tutti i livelli, offre una vista panoramica che spazia dalle Alpi Sarentine alle Dolomiti. Ma il divertimento qui, a quota 1.900 m, non finisce con il calare della notte. Si sale su all'imbrunire avvolti nel caldo tepore della cabinovia e a piedi si raggiunge la Baita Sternhüttet dove si assaggiano sfrigolanti costine ai ferri, in attesa dell'evento clou della serata:10 km di pista illuminata, con tornanti anche da brivido, da percorrere a bordo di uno slittino immersi nel silenzio del bosco. Per i meno temerari, anche Ladurns, in Val di Fleres, che di giorno regala ampie piste di varie difficoltà con affaccio spettacolare sul massiccio del Tribulaun, riserva, solo di giorno, una pista da slittino di ben 6,5 km che porta direttamente alla stazione a valle degli impianti. E sempre in Val di Fleres, imperdibile la romantica passeggiata notturna alla luce di grandi fiaccole verso la malga Allriss, di proprietà della famiglia del campione del mondo Patrick Staudacher. Un caldo ambiente tirolese e raffinati Pressknödel e Kaiserschmarren, quest'ultimo annaffiato da grappa ai mirtilli, rigorosamente home made. Paradiso degli Slons, Snow Lovers No Skiers, la montagna qui offre ben 15 km di sentieri da percorrere a piedi o con le ciaspole e racchette da neve. Incantevole quello al Flaner Jöchl in uno scenario da fiaba tra montagne e boschi o quella da Smudres alla malga Prantner. E per dormire, lo Schwarzer Adler, all'ombra della Torre, romantico hotel con mura del XV secolo. Camere, alcune con stube, da 90 euro al giorno (www.schwarzeradler.it/). Info: www.vipiteno.com/it, www.rosskopf-ladurns.it.