Virgin toglie clienti a British e fa maxi utili

Virgin Atlantic, la compagnia aerea britannica del miliardario Richard Branson, specializzata in voli a lungo raggio verso gli Usa, i Caraibi, l’Africa e l’Asia, ruba passeggeri al rivale British Airways e fa il pieno di utili nell’esercizio 2007-08. Virgin Group, la società che controlla Virgin Atlantic, ha fatto sapere ieri che i suoi profitti annuali ammontano a 60,9 milioni di sterline (112,7 millioni di dollari), in crescita del 38% rispetto all’esercizio precedente. La crescita dei profitti è legata all’aumento del 22% dei passeggeri in classe business e all’incremento del 9,1% del fatturato, salito a 2,34 miliardi di sterline. Virgin Atlantic, per il 49% partecipata dalla Singapore Airlines, ha spiegato di essere riuscita ad attrarre un gran numero di clienti da British Airways, a causa dei «problemi» che i suoi rivali britannici hanno dovuto affrontare al nuovo Terminal 5 all’aeroporto londinese di Heathrow, che fin dalla sua apertura, a marzo, ha incontrato gravi problemi nella gestione dei bagagli. In un comunicato l’amministratore delegato di Virgin Atlantic, Steve Ridgway ha detto che la compagnia ha avuto successo nonostante l’aumento dei costi del carburante e il calo della domanda di viaggi.