Virginia, dopo la prima sparatoria il killer mandò un video a una tv

Dopo aver ucciso due persone in un dormitorio del Virginia Tech ma prima di fare la strage nella Noris Hall (in tutto 33 morti), lo studente sudcoreano Cho Seung-hui spedì alla Nbc News un plico con foto digitali, un video e un delirante manifesto sulle ragioni che lo avevano indotto al tragico gesto. Il materiale è «inquietante», ha indicato la rete tv americana, che ne ha messo in onda porzioni. Il plico include un video in cui il killer parla armato davanti alla videocamera, a un certo punto fa un vago riferimento al massacro e aggiunge «questo non avrebbe dovuto succedere». Nel frattempo si è appreso che nel 2005 Cho era stato dichiarato «mentalmente malato» da un tribunale, che lo aveva valutato anche «di imminente pericolo», ma poi lo aveva lasciato andare.