Virtuosi del violino e artisti della cucina per il Festival gustoso

Prosegue fino al 14 agosto il Festival Paganiniano di Carro - prestigiosa carrellata di grandi interpreti della musica classica dedicata al «diabolico» violinista genovese - che festeggia i suoi primi dieci anni con un'edizione particolare: non solo concerti, ma eventi collaterali, tra cui una mostra fotografica itinerante, escursioni e una degustazione di prodotti tipici in tutti i borghi della Val di Vara che ospitano il festival. Anche se il pezzo forte rimane il cartellone - omaggio a Paganini e al virtuosismo strumentale - che anche quest'anno offre appuntamenti di altissima qualità. Appuntamento domani alle 21 al Castello di Beverino con il Sestetto per Archi, composto da Andrea Tacchi e Susanna Pasquariello (violino), Stefano Zanobini e Hildegard Kuen (viola), Luca Provenzani e Andrea Landi (violoncello), che eseguirà Strauss, Ciaikovskij, Paganini. Venerdì 12, nella Corte di Palazzo De Paoli-Gotelli a Varese Ligure (loc. Porciorasco, ore 21), la giovane violinista coreana Dami Kim, 2ª classificata al Premio Paganini dello scorso anno, eseguirà Paganini, Bach, Chausson, accompagnata al pianoforte da Valentina Messa. Sabato 13 nell'Oratorio di S. Erasmo a Bonassola, Lisetta Rossi all'arpa propone un programma a base di Faurè, Haendel e Andriessen. Gran finale a Carro (ore 20.45) con il Duo Domenico Nordio (violino) e Andrea Bacchetti (pianoforte) e un programma curioso e impegnativo: Chopin-Milstein, Copland, Tartini-Kreisler, Mendelssohn-Heifetz, Ysaye, Schnittke e Szymanowski. Prezzi: concerti a Carro, intero € 15, ridotto € 12. Concerti in altri comuni, intero € 12, ridotto € 10. Servizio Navetta A/R, dalla Spezia, incluso nel prezzo del biglietto.