Virtus: i maschi cambiano sede, le ragazze cercano il nuovo patron

Se i maschietti ridono, le ragazzine piangono. Il volley romano vive da una parte la splendida realtà della MRoma volley maschile, che vede fortificare la sua veste di squadra leader della capitale, e dall’altra la probabile fine di un’epoca, quella della Virtus Roma Volley femminile, squadra che nell’ultima stagione ha partecipato al campionato di A2 e che vede con ogni probabilità sfumare i sogni di una qualificazione in A1, almeno con lo stesso nome. La Virtus Pallavolo Roma, infatti, ha perfezionato, entro i termini previsti, l’iscrizione al campionato di pallavolo femminile di serie A/2 per la stagione a venire, ma la proprietà della società, nel contempo, ha comunicato proprio pochi giorni addietro di voler uscire dall’ambito sportivo della pallavolo. Un fulmine a ciel sereno. Una Virtus Roma capace, nella stagione appena conclusa, di disputare le final four di coppa Italia e i playoff promozione. E di radicarsi comunque nel territorio, tanto da spingere la dirigenza stessa a non cedere il diritto sportivo al di fuori della città di Roma. Dunque patron Toti ha deciso di chiudere la parentesi femminile del volley e di rimanere in attesa di eventuali proposte che, comunque, dovranno garantire una linea di continuità con l’alto livello del progetto nato e sviluppatosi in questo ultimo biennio. E se Francesca Mari e Valeria Marletta sperano in qualche miracolo dell’ultima ora, Mastrangelo e compagni invece, hanno trovato una casa tutta nuova: il presidente della MRoma ha pensato di regalare ai suoi ragazzi una casa tranquilla. Mezzaroma infatti ha deciso di lasciare il PalaTiziano e di non volerne più sapere di orari e esigenze della Virtus Roma e di portare i ragazzi al PalaLuiss di piazza Mancini. Dopo mesi durante in quali la coesistenza è stata tutt’altro che facile, il gruppo capitolino ha trovato così una palestra ed una casa tutta nuova dove preparare al meglio una stagione, la prossima, che dovrebbe riproporre una MRoma protagonista e pronta a lanciare un nuova sfida per riportare nella capitale uno scudetto che manca oramai da quasi 10 anni. E la tensostruttura di via Martino Longhi ha già iniziato tutta una serie di lavori per portare la struttura a norma sotto tutti i punti di vista. Coppa Cev e scudetto saranno preparati al meglio.