Virtus? Kobe sfoglia la margherita

Roma. «Sogno o realtà giocare a Bologna? Diciamo, 50 per cento sogno e 50 per cento realtà». Mentre proseguono le trattative tra la Virtus Bologna e Kobe Bryant, e in attesa di capire se la stagione Nba riuscirà a partire in extremis, la stella dei Los Angeles Lakers torna a parlare del suo futuro in Italia. «Ho già detto che venire qui sarebbe un sogno che si realizza - ha ammesso Bryant durante un evento promozionale - sarebbe davvero un giorno speciale. Prima o poi mi piacerebbe moltissimo».
Bryant, che ha imparato a giocare a basket proprio in Italia, non ha dimenticato i suoi primi passi. «Da voi - ha aggiunto - ho imparato i fondamentali e senza quelli non sarei mai diventato Kobe Bryant».
«Nella notte abbiamo lavorato positivamente. Ci sono ancora differenze da colmare ma vogliamo chiudere» ha dichiarato il presidente della Virtus Bologna, Claudio Sabatini, dopo la conference call notturna con l'agente di Kobe Bryant. «Abbiamo fatto una proposta più alta rispetto alla precedente (2.5 milioni di euro ndr) e c'è ancora una differenza importante ma siamo pronti ad andare incontro alle sue richieste per verderlo giocare in Italia - ha aggiunto Sabatini - sarebbe un grande rilancio per la pallacanestro italiana». «Se gli ho parlato? Assolutamente no. Attendiamo una risposta», ha concluso Sabatini.
Da notare che un’importante azienda bolognese è pronta a diventare title sponsor dell’operazione e un grande hotel della città ha già offerto gratuitamente al campione una suite di 160 mq.