La Virtus non decolla: Udine azzecca le «triple» e sbanca il Palalottomatica

La squadra di Tusek sconfitta dalla Snaidero (94-100) e raggiunta

La Lottomatica non decolla. Nella giornata che avrebbe dovuto permettere alla squadra di Pesic di agganciare qualcuna delle quattro squadre che la precedono, Roma incassa una brutta battuta di arresto davanti al suo pubblico, perdendo contro la Snaidero Udine, che la raggiunge in classifica. 94-100 il risultato per i friulano, che hanno vinto la sfida soprattutto nel tiro da tre punti: 15 su 32 le triple centrate da Udine con una percentuale vicina al cinquanta per cento, mentre Roma si è fermata al 35 per cento di un 6 su 17. Disastrosi da fuori soprattutto Vlado Ilevski (2 su 5) e Alex Righetti (1 su 3).
La Lottomatica rinvia quindi ancora una volta i suoi sogni di gloria. Eppure la squadra era giunta all’appuntamento di ieri sull’onda dell’entusiasmo per la grande impresa di martedì scorso a Kazan che le ha permesso di guadagnare la qualificazione ai quarti di finale di Uleb Cup. Ma ieri i romani, apparsi un po’ stanchi soprattutto nei momenti topici del match, ha sofferto la grande verve degli udinesi, protagonisti di una grande prova collettiva e trascinati da Kyle Hill (21 punti): è stato l’americano, con la sua striscia da tre punti nel terzo quarto e ben spalleggiato da Silvio Gigena (19), ad aprire il break della Snaidero che la Lottomatica non è più riuscita a colmare. Roma era partita bene, chiudendo il primo quarto con un più 6 (24-18). Pessimo l’inizio del secondo quarto, con Udine che in quattro minuti fa un break di 13-3 passando sul 27-32. Inizia un testa a testa che vede Roma riaffacciarsi in avanti al 17’ (40-37) e al 18’ (43-40). Altro mini-break per Udine e a metà partita Roma è sotto di due (43-45). Il momento decisivo è l’inizio del terzo quarto: Udine sospinta da Hill prende il largo e si spinge a più 9 al 25’ e poi a più 11 al 27’. A fine del terzo tempo Udine raggiunge il massimo vantaggio con più 13: 60-73. Nell’ultima frazione Roma non riesce mai davvero a riavvicinarsi a Udine: il momento decisivo è a trenta secondi dalla fine: la Lottomatica riesce a portarsi a meno 5 (90-95) e Vlado Ielievski prende un rimbalzo ma spreca il passaggio successivo. È la fine, bene rappresentata dal suo scoramento. Alla fine sarà 94-100. Migliori marcatori dei capitolini Ilievski e Bodiroga (18 punti), Hawkins (17) e Marko Tusek (14). Giovedì a Forlì inizia la «final eight» di Coppa Italia: quarti contro la Climamio Bologna.