Visco, entro questa settimana sarà ascoltato in procura

Il viceministro dell'Economia sarà sentito dai magistrati della procura di Roma che indagano sulle presunte pressioni esercitate sull'ex comandante della Guardia di Finanza, Roberto Speciale

Roma - Entro questa settimana il viceministro dell’Economia, Vincenzo Visco, sarà sentito dai magistrati della procura di Roma che indagano sulle presunte pressioni esercitate sull’ex comandante generale della Guardia di Finanza, Roberto Speciale. Il procuratore Giovanni Ferrara e il pm Angelantonio Racanelli, dopo una serie di audizioni, si erano presi alcuni giorni di tempo per valutare l’opportunità o meno di convocare Visco. A breve, si è appreso a piazzale Clodio, il viceministro dovrebbe fornire la sua versione ai magistrati. Oggetto degli accertamenti, le presunti pressioni esercitate perchè venissero avvicendati quattro alti ufficiali delle Fiamme Gialle in servizio la scorsa estate in Lombardia. Avvicendamenti che in realtà non sono mai avvenuti. Speciale, sentito dai pm come persona informata sui fatti, ha però confermato di aver subito pressioni, ripetendo, con maggiori dettaglia, quanto già fatto mettere a verbale il 17 luglio 2006 davanti all’avvocato generale di Milano.