Visco non si arrende, governo a rischio

Il governo difende Vincenzo Visco. La sua maggioranza no. Ma nell’aula della Camera, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Vannino Chiti dice che l’esecutivo «conferma piena fiducia al viceministro» e che non c’è stata nessuna «indebita pressione» sul comandante generale della Guardia di Finanza, Roberto Speciale, per i trasferimenti degli ufficiali della Lombardia che si occupavano della vicenda Bnl-Unipol. Durissima replica di Gasparri al question time con il governo: «Quella del ministro in Parlamento è una menzogna spudorata». Ma al Senato il governo rischia perché il voto è sul filo del rasoio. Romano Prodi dovrà tornare in Senato il 6 giugno e giocarsi il tutto per tutto per salvare il governo. E il primo ad avvertire i suoi alleati è il senatore Cesare Salvi.