Visita del ministro topi in Tribunale

Torre Annunziata (Na). «Stamattina per accoglierla abbiamo dovuto rimuovere due grossi topi - ha detto il procuratore Diego Marmo tra gli applausi polemici di cancellieri ed impiegati del tribunale di Torre Annunziata ricevendo il ministro della Giustizia Clemente Mastella, in visita alla Procura vesuviana -: qui neanche le norme igieniche sono rispettate. Se volete bloccare la magistratura non occorrono provvedimenti, basta che ci lasciate in queste condizioni». Questo l’esordio del sopralluogo del Guardasigilli. Il quale ha poi preso la decisione: la prossima settimana summit a Roma tra magistrati e personale del Tribunale per esaminare le gravi carenze di personale e strutture che rischiano di paralizzare gli uffici giudiziari. La sede distaccata di Castellammare di Stabia versa in condizioni pietose. Drammatica la radiografia fatta al ministro del funzionamento della giustizia in un circondario di oltre 500mila persone. Realizzato nel 1994, il Tribunale di Torre Annunziata, progettato per decongestionare gli uffici giudiziari di Napoli, è rimasto incompiuto. «Lo scheletro dell’edificio da costruire per completare la cittadella della giustizia - ha detto il gip Nicola Russo - sta diventando un fossile». «Sette delle imprese vincitrici dell’appalto per il completamento dei lavori sono risultate non in regola», ha aggiunto il presidente dell’Anm Pasquale Serao D’Aquino. L’ archivio del Tribunale è ospitato in locali dichiarati inagibili presso il campo sportivo, mentre gli ingressi degli uffici non sono dotati di metal detector. La sede del Tribunale civile, a Palazzo Barbi, è assediata dai cumuli di immondizia.