Visti Schengen eliminati col nuovo anno

I cittadini stranieri, residenti in Svizzera regolarmente, non dovranno più richiedere i visti di transito per l’Area Schengen. Il Consiglio europeo ha già dato il via libera. Adesso la parola passa al Parlamento europeo. Se sarà approvato, il provvedimento renderà più facili gli spostamenti per gli extracomunitari e semplificherà il lavoro di consolati e ambasciate italiane.
Per rientrare in patria, i lavoratori extracomunitari, residenti nella Confederazione, devono attraversare i Paesi dell’Ue. Ad esempio, se desiderano tornare in Africa, imbarcandosi da un porto italiano, devono richiedere il visto di transito alle nostre rappresentanze diplomatiche. Una procedura contestata lo scorso luglio dall’Organizzazione cristiano sociale.
Secondo il sindacato ticinese, i lavoratori extracomunitari vengono discriminati. «Alla luce della loro regolare posizione lavorativa e di domicilio in Svizzera – aveva detto Nando Ceruso - appare illogico che vengano assoggettati alle più rigide norme Schengen in materia di emigrazione. Perdono molte ore di lavoro per le lunghe attese davanti agli sportelli consolari».