«Visto il mio bambolotto? Tutto suo nonno»

Dopo la dichiarazione letta su Alitalia dalla sala stampa di Palazzo Chigi e un rapido punto sulla crisi del Caucaso in visto del vertice europeo di lunedì, Silvio Berlusconi si ferma a parlare con i cronisti. Ma, niente politica. Il Cavaliere vuole piuttosto parlare dell’ultimo nato della sua famiglia, Alessandro, primogenito della figlia Barbara. «Avete visto il mio bambolotto?», chiede prima di lasciare la sala stampa: «È un bambino che non piange mai. Pensate che l’altro giorno mi sono avvicinato alla culla mentre dormiva e gli ho dato dei bacetti sulla pancia. Lui ha aperto gli occhi e io mi sono nascosto dietro la porta. A quel punto, si è alzato reggendosi con le manine sul bordo della culla; ha guardato prima a destra poi a sinistra ed è ricaduto con il sederino nella culla. Il tutto senza piangere. Il medico ha detto che non ha mai visto un bimbo così... È tutto suo nonno». E in serata, passeggiando nel centro di Roma, incontra degli studenti di terza media e scherza: «Lo sapete che da oggi dovete stare attenti al voto in condotta? Chi si becca un 5, anche se ha tutti 10... » viene bocciato.