Una vita dedicata allo Stradivari

Uto Ughi è come una star, basti pensare che dedicato a lui c’è persino fan club, come nel rock e nel pop. Enfant prodige nato nel 1944 a Busto Arsizio (Varese) con il suo violino ha fatto una carriera di prima grandezza, e continua così. Vediamo qualche passaggio. Formatosi nel ricco ambiente culturale senese, incontrando personaggi come André Segovia e Pablo Casals, la presidenza del Consiglio lo ha nominato presidente di una commissione incaricata di valutare una possibile campagna per diffondere la musica classica tra i giovani. Una vita dedicata allo studio, ai concerti e alle incisioni. Ughi ha ricevuto diverse onorificenze. E sul «piano strumentale» vanta uno Stradivari «Van-Houten-Kreutzer» del 1701 e un «Guarneri del Gesù» del 1744. Tra gli ultimi suoi impegni anche una serie di puntate televisive su Rai Uno, partite e giugno: brevi episodi in cui il violinista ha raccontato la musica.