Vita da favola, ma quella vera

Siamo sicuri che le sorellastre di Cenerentola non avessero qualche buon motivo per trattarla male? E poi, quei due Hansel e Gretel, hanno davvero tutte le attenuanti del caso? A togliere un bel po’ di melassa dalla vita da favola ci ha pensato Barbara Fiorio, autrice del libro «C’era una svolta» (Eumeswill edizioni) che sarà domani alle 18 alla Fnac di via XX Settembre insieme con Gianluca Morozzi, scrittore e musicista, autore del romanzo «Colui che gli dei vogliono distruggere» (Edizioni Guanda). «C’era una svolta» è una raccolta di fiabe classiche, quelle che tutti conosciamo per averle sentite da bambini o averle rispolverate per leggerle ai nostri figli o nipoti. Ma siamo sicuri - si chiede l’autrice - di conoscerle davvero? «Non siatene così sicuri - dice Barbara Fiorio - perché le varie versioni moderne di queste fiabe tradizionali hanno rischiato di edulcorare, quando non addirittura modificare, i finali o i personaggi. Io sono cresciuta con i Grimm, con Perrault, con Andersen e loro, o coloro i quali mi leggevano le fiabe, non temevano di dirmi la vera. Ecco in “C’era una svolta” io dico la vera. La dico a mio modo, certo, cedendo alla fortissima tentazione di spruzzare di ironia i racconti e di fare inevitabile sarcasmo. Ma la dico con rispetto, amore e soprattutto desiderio di giustizia. Quelle che vi offro sono le versioni originali. Io, al contrario di Disney non ho cambiato nulla».
L’incontro alla Fnac sarà come sempre a ingresso libero e gratuito.