La vitalità del Fib che annulla tutte le perdite

Settimana travagliata per il S&P/Mib scadenza settembre che, dopo un minimo assoluto di periodo a 41575, raggiunge nuovamente quota 43300 annullando gran parte delle perdite precedenti. Il Fib, ancora una volta, dimostra una vitalità sorprendente che conferma la solidità del movimento rialzista che ha elargito nel 2007 sul mercato azionario ricchi dividendi. La velocità di ripresa è stata pari a quella di discesa, in tre sedute il future ha recuperato circa 1500 punti. Quota 42500 rappresenta sempre la linea del Piave, oltrepassata la quale si temeva il peggio. Complice della ripresa è stata anche la scadenza tecnica di questo venerdì per le call e le put di fine giugno. Bene Finmeccanica dopo la maxi-commessa Usa per la fornitura di velivoli ed Eni per il ritrovamento di gas in tre nuovi pozzi in Pakistan. Per le immatricolazioni auto, quarto mese consecutivo debole, fa eccezione il gruppo Fiat con una crescita del 7,3% nel mese di maggio. Il Bollettino della Bce conferma che la politica monetaria è ancora accomodante, viste le condizioni economiche favorevoli nell’area Euro.