Viterbo, ferisce il rapinatore Che gli spara e lo ucccide

Davide Paternollo, titolare del centro di formazione professionale Te.com è deceduto in ospedale, il rapinatore, che lui aveva ferito con un taglierino, è stato preso dagli agenti

Viterbo - Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito durante un tentativo di rapina avvenuto questa mattina a Viterbo, all’interno del Centro di formazione professionale Tecom. La vittima è il titolare dell’azienda, Davide Paternollo di 55 anni, deceduto poco dopo il ricovero all’ospedale di Belcolle. Secondo una prima ricostruzione della polizia, intervenuta sul posto, la vittima avrebbe tentato di reagire al tentativo di rapina bloccando il malvivente e ferendolo con un’arma da taglio. Il bandito avrebbe però risposto aprendo il fuoco e uccidendo l’uomo. Dopo la sparatoria l’aggressore si è dato alla fuga ma è stato fermato e arrestato dopo un lungo inseguimento dagli agenti della questura locale.Il rapinatore che ha sparato due colpi di arma da fuoco contro la vittima attualmente è ricoverato presso il pronto soccorso di Belcolle e piantonato dagli uomini della polizia di Stato. Paternollo invece è deceduto dopo pochi minuti di ricovero.

La vittima Si chiamava David Paternollo, aveva 55 anni ed era originario di Civitavecchia, l’uomo ucciso questa mattina a Viterbo durante un tentativo di rapina nel centro di formazione professionale Te.Com. Paternollo era direttore e proprietario del centro stesso. A ucciderlo è stato Enzo Pellecchia, 45 anni, di origine campana, pluripregiudicato, assegnato al centro di servizio sociale. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, Pellecchia ha fatto irruzione nella sede della Te.Com. intimando a Paternollo di aprire la cassaforte e di consegnargli il contenuto. Il titolare dell’azienda ha però reagito, è nata una colluttazione, durante la quale è partito un colpo che ha raggiunto Paternollo allo stomaco. Lo stesso proiettile ha anche ferito leggermente il rapinatore. Paternollo è stato soccorso e trasportato all’ospedale Belcolle di Viterbo, ma è morto pochi minuti dopo il ricovero. Anche il rapinatore è stato medicato nel pronto soccorso dell’ospedale di Viterbo e subito dopo è stato trasportato in questura, dove viene interrogato.