Viterbo a Ryanair: «No agli ultimatum»

Fa discutere l’ultimatum di Ryanair, che mercoledì ha minacciato di andarsene dal Lazio qualora l’aeroporto low cost dovesse essere spostato da Ciampino a Viterbo. «Perché proprio ora, mentre si dice che per compagnie low cost saranno tempi duri - si chiede Renzo Trappolini, assessore ai Trasporti della Provincia di Viterbo - Ryanair si sente talmente forte da minacciare di non decollare a Viterbo? Allora, le poste in gioco sono forse altre, gli interessi in movimento grandi e privati e i giocatori hanno scoperto chiaramente tutte le loro carte? Fare un aeroporto nazionale non è come modificare un piano regolatore e occorrerà molta vigilanza, con radar a 360 gradi, molto oltre Viterbo».