Le viti del nuovo Boeing 747-8 Intercontinental sono fabbricate in Umbria

La Casa americana presenta l'ultima versione del celebratissimo Jumbo: taglia da 400-500 posti, risparmi ambientali, comfort ed efficienza operativa

Boeing ha presentato il 747-8 Intercontinental, il nuovo aereo ad alta capacità che offre i più bassi costi operativi e parametri più economici di tutti gli aerei grandi, insieme a una maggiorata performance ambientale. Circa 10.000 ospiti, fra clienti, dipendenti, ufficiali governativi, partner e fornitori si sono incontrati l'altra sera nello stabilimento Boeing di Everett, nei pressi di Seattle, per assistere al debutto dell'Intercontinental in un evento chiamato "Incredible, Again" - "Nuovamente, incredibile".
«Il nuovo 747-8 Intercontinental introduce le più innovative tecnologie, applicando molte delle novità introdotte nel 787 Dreamliner» ha detto Jim Albaugh, president e chief executive officer di Boeing commercial airplanes. «Riteniamo che i nostri clienti apprezzeranno i bassi costi operativi mentre i passeggeri godranno del comfort e del nuovo appariscente interno».
«Il 747-8 Intercontinental si inserirà ottimamente nella nostra flotta, nella categoria 400 posti, migliorando ulteriormente la eco-efficienza della flotta», ha detto Nico Buchholz, executive vice president Lufthansa group fleet management. «In qualità di cliente di lancio, saremo lieti di dare il benvenuto a questo nuovo aereo nella nostra flotta l'anno prossimo, mentre va avanti il suo ammodernamento e il nostro sforzo ambientale». Korean Air e acquirenti di versioni Vip si sono uniti al cliente di lancio Lufthansa nell'ordinare un totale di 33 747-8 Intercontinental. La prima consegna è prevista entro la fine dell'anno.
«Il 747-8 Intercontinental è l'unico aereo nella classe 400-500 posti, perfettamente adatto a mercati lungo raggio ad alta domanda» ha detto Pat Shanahan, vice president e general manager airplane programs di Boeing commercial airplanes. «Il nuovo 747-8 Intercontinental stabilisce un nuovo standard in termini di performance economica e ambientale, offrendo nel contempo un'esperienza 'world-class' ai passeggeri». Il 747-8 Intercontinental avrà i più bassi costi per posto-km fra tutti i grandi aerei commerciali, più bassi del 12% rispetto al suo predecessore, il 747-400. La sua economicità in termini di consumo di carburante è migliore del 16%, come anche le emissioni di CO2 per passeggero, mentre la sua impronta acustica è ridotta del 30%.
All'interno, il 747-8 Intercontinental adotta caratteristiche del 787 Dreamliner comprese come le forme architettoniche curve, che creano una sensazione di spazio e comfort, e maggiore spazio per i bagagli a mano. L'aereo presentato all'evento veste una speciale livrea rosso e arancio "il sole che sorge" che apparirà solo su questo primo esemplare, distaccandosi significativamente dal blu caratteristico di Boeing.
Partecipa al programma 747-8 l'azienda Umbra Cuscinetti, di Foligno, che fornisce viti a ricircolo di sfere per sistema flap e stabilizzatore, nonché vari altri componenti.
The Boeing Company è la principale industria aerospaziale del mondo e il più grande costruttore di aerei commerciali e militari complessivamente considerati. Inoltre Boeing progetta e costruisce elicotteri, sistemi elettronici e di difesa, missili, satelliti, veicoli di lancio e sistemi avanzati di informazione e di comunicazione. La compagnia fornisce numerosi servizi di supporto alle compagnie aeree e alle forze armate. Ha clienti in oltre 90 paesi. Boeing ha circa 160.000 dipendenti in 70 paesi; ha realizzato un fatturato di 64,3 miliardi di dollari nel 2010.
Boeing ha stretti rapporti con l'industria aerospaziale e di difesa italiana, con le forze armate e con le compagnie aeree. L'Italia è il secondo maggiore fornitore industriale europeo di Boeing (esclusi i motori per aerei) - la collaborazione comprende partnership con Finmeccanica e le sue società operative come Alenia Aeronautica (per il 787 Dreamliner) e AgustaWestland (per i nuovi elicotteri ICH-47F destinati all'Esercito). Altre attività di collaborazione riguardano Alenia Aermacchi, Oto Melara, Thales Alenia Space Italia, Telespazio e Umbra Cuscinetti. Un centro di ricerca Boeing ha sede presso l'Imast, a Portici (Napoli). Nove compagnie aeree italiane operano con oltre 100 aerei Boeing. Velivoli Boeing sono in servizio con la Marina Militare, mentre gli elicotteri Chinook dell'Esercito hanno partecipato in operazioni di aiuto umanitario in diversi continenti. L'Aeronautica Militare ha recentemente ricevuto il primo dei suoi nuovi aerei di rifornimento in volo KC-767A. Boeing ha oltre 200 dipendenti in Italia, compresa la divisione marittima della controllata Jeppesen, a Marina di Carrara.