La vittima grida e sventa il colpo

La reazione del proprietario evita la rapina in villa, anche se la vittima ci rimette la costosa automobile ed il portafogli, rimediando pure qualche pugno. L’altra sera a Magenta attorno alle 22 due malviventi hanno preso di mira l’abitazione di un imprenditore cinquantenne in via Saffi. Dopo aver scavalcato il cancello hanno raggiunto l’autorimessa che intendevano forzare per crearsi un varco. In quel momento si sono però accorti dell’arrivo del padrone di casa, a bordo di una potente Audi che con i fari ha illuminato i banditi. L’uomo ha capito quanto stava per accadere ed ha tentato di lanciare l’allarme col cellulare. I due sconosciuti, verosimilmente due slavi, l’hanno prevenuto: dopo averlo raggiunto lo hanno tirato giù dalla macchina costringendolo a consegnare le chiavi ed anche il portafogli. Un’azione concitata e rumorosa: l’imprenditore infatti ha cercato di difendersi e di gridare, anche perché pare che i banditi fossero disarmati. Ciò ha richiamato l’attenzione dei familiari della vittima, testimoni della scena dall’interno, che hanno lanciato immediatamente l’allarme. A questo punto i rapinatori hanno preferito rinunciare all’obiettivo primario, fuggendo con l’Audi.