«Una vittoria che fa schifo»

Londra. Il Liverpool spreca, il Milan si vendica. La stampa inglese fotografa così la finale di Atene. Due anni dopo il «miracolo di Istanbul», per il Liverpool la serata di Atene si trasforma in una «tragedia greca», come scrive The Times. Per gli uomini di Rafa Benitez, «sarà una magra consolazione» pensare di aver giocato «meglio del 2005 e di essere stati superiori per tutti i 90 minuti».
Il Liverpool ha perso una chance d’oro anche secondo The Independent: «Il Milan è senza dubbio la squadra con più classe in Europa. Ma raramente giocherà male come ha fatto ad Atene». E nel mirino c’è Benitez: «Di sicuro è l’unico manager che lascia passare il tempo, mentre perde una finale di Champions League, senza chiamare gli attaccanti che ha in panchina».
Per il Sun, «ogni tifoso del Liverpool presente allo stadio Olimpico di Atene deve essersi sentito come Socrate, che si suicidò bevendo una dose letale di cicuta mentre era nella sua cella, proprio di fronte all’Acropoli. Il paese che ha avuto 3 delle 4 semifinaliste resta a mani vuote, ancora una volta». Un anno fa, fu l’Arsenal a perdere la finale contro il Barcellona. Poi elogia il Milan: «Se il Liverpool doveva perdere contro qualcuno, non c’è una squadra migliore di quella capitanata dal leggendario Paolo Maldini».
Ma c’è anche il veleno del Daily Mail. «Ad Atene l’impero colpisce ancora», scrive il quotidiano aprendo un lungo excursus sui fatti di calciopoli. Viene condannato il sistema che «consente ai club italiani coinvolti in uno scandalo di partite truccate, di essere esclusi dall’Europa, di essere riammessi e poi costretti a concentrarsi sulla missione europea visto che la penalizzazione ha reso impossibile la vittoria del campionato. Tutto questo fa schifo».