La vittoria di Glasgow vale 106 milioni

da Roma

Archiviata la soddisfazione per la qualificazione alla fase finale dell’europeo, Donadoni è tornato a parlare di Totti e Nesta che hanno lasciato la maglia azzurra: «Se uno ritiene di non andare più in nazionale fa una scelta da rispettare, anche se non la si condivide - ha detto il ct azzurro a Radio Radio -. Bisogna avere ragazzi che hanno stimoli e ancora qualcosa da dare. Tutto quanto era possibile fare è stato fatto. Perché dovrei costringere qualcuno, se non ha la voglia e gli stimoli? - ha concluso il ct -. Farei un male a lui e all’Italia».
Intanto il fair play scozzese vacilla dopo la pubblicazione sullo Scottish Times dell’arbitro Mejuto Gonzalez a cena nel ristorante Bar Milano con una borsa piena di gadget dell’Italia. Stampa scozzese durissima con gli azzurri mentre la nazionale ha già iniziato a monetizzare la qualificazione. La vittoria di sabato a Glasgow vale 106 milioni per giro d’affari fra sponsor, premi Uefa, maggiori investimenti e ammissibile sblocco sui diritti tv della serie B. La stima è di StageUp, società di business sportivo.